dark_matter

Quell’increspatura dello spazio lui l’aveva immaginata un secolo fa. E’ stata osservata ora, come atto finale di una catastrofe cosmica di sconfinata energia: lo scontro e la fusione di due giganteschi buchi neri. Quell’onda impercettibile, ha impiegato un miliardo di anni per giungere a noi. E’ il respiro, la vibrazione della maglia invisibile che innerva tutto l’universo, che tiene insieme le cose, che effettivamente lega il battito d’ali della farfalla, con il pulsare della supernova.

“Come si può mettere la Nona di Beethoven in un diagramma cartesiano? Ci sono delle realtà che non sono quantificabili. L’universo non è i miei numeri: è pervaso tutto dal mistero. Chi non ha il senso del mistero è un uomo mezzo morto.”

“Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno.”

“La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.”

“Non possiamo risolvere i problemi con lo stesso tipo di pensiero che abbiamo usato quando li abbiamo creati.”

“Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.”

“Se verrà dimostrato che la mia teoria della relatività è valida, la Germania dirà che sono tedesco e la Francia che sono cittadino del mondo. Se la mia teoria dovesse essere sbagliata, la Francia dirà che sono un tedesco e la Germania che sono un ebreo.”

“È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.”

A.E.

 

Immagine ripresa da www.frascatiscienza.it